Tobin Tax, consegnate 180mila firme

Condividi:

Spiegare la Tobin tax non è cosa immediatamente facile. La partecipazione e il lavoro di formazione, seminari, incontri aiutati dai due libri Il granello di sabbia, edito da Feltrinelli e Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Tobin tax e non vi hanno mai detto pubblicato dal Gruppo Abele. Anche i due fumetti con Tobin Hood e Frate Tax e James Tob agente 001, dimostrano la ricchezza e la creatività di una campagna popolare.

Alla conferenza stampa in cui ieri è stata data la notizia della consegna delle firme, in rappresentanza degli 80 parlamentari che hanno siglato la legge e si impegnano a portarla in discussione in aula, sono intervenuti Gigi Malabarba e Alfonso Gianni per Rifondazione, Famiano Crucianelli e Alfiero Grandi per i Ds, e Martone per i Verdi. Insieme a loro Vittorio Agnoletto, Tom Benettollo, Giorgio Cremaschi, Gianfranco Benzi, della segreteria nazionale della Cgil, hanno testimoniato l’importanza di questa prima vittoria del movimento.

Insieme ad Attac in piazza Montecitorio i lavoratori di Blu Ipse sono intervenuti per ricordare la situazione di annullamento delle loro prospettive lavorative.

Oltre al dibattito nel Parlamento italiano, la Tobin tax è in discussione in Europa in Belgio, in Finlandia. Un trattato europeo per la Tobin tax a gennaio sarà presentato da tutti gli Attac d’Europa. L’appuntamento per le giornate genovesi è in piazza Paolo Da Novi, sabato 20 luglio alle ore 13: “Dalla Tobin tax alla battaglia contro le privatizzazioni, una stagione di lotte sociali per generalizzare i diritti” insieme a Attac, Rifondazione comunista di Genova, Fiom, Sincobas, confederazione Cobas e Associazione culturale Punto Rosso.

Se sei arrivato fin qui, vuol dire che ti interessa ciò che Attac Italia propone. La nostra associazione si autofinanzia con la tessera di chi vuole sostenerla. In questi mesi di restrizione degli spostamenti e di auto-distanziamento sociale, i comitati di Attac che lavorano sul territorio non possono però tesserare i nostri sostenitori. Per questo ti chiediamo di aderire e sostenerci on line cliccando qui . Un tuo click ci permetterà di continuare serenamente la nostra attività. Grazie