Sanremo: venerdì prossimo un incontro al circolo Acli sul tema ‘Palestina: figli di un diritto minore’

Condividi:

Palestina: figli di un diritto minore
Un incontro venerdi 17 febbraio alle 17,30 a Sanremo (Circolo Acli, Via G. Vesco)
Quasi come fosse un conflitto di serie B o forse per non voler guardare in faccia la cruda realtà e le contraddizioni che coinvolgono l’occidente, la situazione palestinese viene troppo spesso dimenticata o colpevolmente ignorata.
Una terra dilaniata, la Palestina, dove vengono ordinariamente negati diritti e perpetrate ingiustizie.
E’ in questo contesto che le realtà territoriali Aifo, Attac, Circolo Freire, Popoli in Arte ODV e più in generale il comitato che sostiene la campagna “Riprendiamoci il Comune”, promuovono l’incontro “Palestina: figli di un diritto minore”, per offrire una lente di osservazione al dramma di una terra devastata dai continui conflitti.
Interverranno Susanna Bernoldi, coordinatrice di Aifo Imperia, tornata di recente dalla Palestina dopo le esperienze del 2018 e del 2021 e il compagno di viaggio ed attivista, Valerio Romano.
Sarà l’occasione per assistere al racconto e alle proiezioni di una terra, ricca di storia, natura e di un popolo incredibile. Testimonianze delle violenze indicibili inflitte ai civili dai soldati e dai coloni, ma anche di speranza per una straordinaria esperienza di resistenza, sostenuta da moltissime persone nel mondo ma ignorata dai Governi e dagli organismi internazionali.
Un luogo specchio del nostro tempo, dove i temi della guerra, delle crisi climatiche e del profitto, indissolubilmente intrecciati, stanno spingendo l’umanità sull’orlo di un precipizio sociale, economico ed ambientale.
Sarà anche l’opportunità per conoscere e sottoscrivere le proposte di due Leggi d’Iniziativa Popolare per difendere i beni comuni, l’ambiente, i servizi pubblici ed i diritti e per ripubblicizzare Cassa Depositi e Prestiti.
L’incontro si svolgerà venerdì 17 febbraio alle 17,30 al Circolo Acli, Via G. Vesco a Sanremo, nei pressi della pista ciclopedonale.
Non è più tempo di guerra e di profitti ma di pace e di cura!
Attac Imperia 

Se sei arrivato fin qui, vuol dire che ti interessa ciò che Attac Italia propone. La nostra associazione si autofinanzia con la tessera di chi vuole sostenerla. In questi mesi di restrizione degli spostamenti e di auto-distanziamento sociale, i comitati di Attac che lavorano sul territorio non possono però tesserare i nostri sostenitori. Per questo ti chiediamo di aderire e sostenerci on line cliccando qui . Un tuo click ci permetterà di continuare serenamente la nostra attività. Grazie