Europa ultima stazione?

Condividi:

 

13-15 settembre 2013

13-15 settembre 2013 Università estiva di Attac “Europa ultima stazione?”

Dopo decenni nei quali la dimensione europea è stata ampiamente sottovalutata dall’agenda politica e dal dibattito mainstream, la crisi del debito pubblico ha portato l’Europa in primo piano, fino a farla diventare il decisore delle scelte economiche e politiche di austerità che incidono pesantemente nella vita quotidiana di decine di milioni di donne e uomini del continente.

E’ venuto il momento di conoscere davvero l’Europa; il ruolo che le sue istituzioni, dalla Banca Centrale Europea alla Commissione Europea, svolgono dentro la crisi; le scelte politiche ed economiche che adotta in direzione della precarizzazione del lavoro, della privatizzazione dei servizi e dello smantellamento dello stato sociale; il ruolo dei poteri forti finanziari e la drammatica debolezza degli istituti di democrazia.

Capire l’Europa diviene necessario per comprendere la direzione che il futuro collettivo può intraprendere, per confrontarsi su come invertirne la rotta, per aiutare le mobilitazioni sociali e i movimenti ad assumere il quadro continentale come condizione necessaria per la riuscita delle lotte. E’ a questi temi che dedicheremo la prossima Università estiva di Attac che si terrà presso il camping “Le Tamerici” a Cecina Mare, in Toscana, da venerdì 13 a domenica15 settembre 2013.

Un appuntamento estivo per coniugare il tempo della riflessione e dell’approfondimento con quello della piacevolezza e dello stare assieme, all’inizio di una stagione sociale che richiederà nuovi impegni collettivi a tutte e tutti noi.

Sarà un’Università, nella quale affronteremo temi come: l’Europa delle banche e della finanza, L’Europa del lavoro e del non lavoro, L’Europa dello stato sociale e dei beni comuni, L’Europa e la democrazia, fino alla discussione sulle prospettive macro-economiche (nell’euro o fuori dall’euro?) e su quelle delle lotte dei movimenti sociali in campo.

Sarà un’Università organizzata come uno spazio aperto, dove chiunque potrà venire ad ascoltare o proporre proprie riflessioni, insieme ad alcune persone più “esperte” che abbiamo invitato per socializzare il proprio sapere e facilitare il confronto collettivo.

Parteciperanno all’Università: Bruno Amoroso, Marino Badiale, Andrea Baranes, Marco Bascetta, Marco Bersani, Adriano Cirulli, Elvira Corona, Tommaso Fattori, Maria Rosaria Marella, Alfonso Gianni, Stefano Risso, Franco Russo, Ernesto Screpanti, Cristian Sica, Antonio Tricarico, Nikolaos Vafeas, Alessandro Volpi .

Ti aspettiamo.

Per informazioni www.attac.it
Per prenotazioni segreteria@attac.org
Per contatti: Marco Bersani (3294740620)

Se sei arrivato fin qui, vuol dire che ti interessa ciò che Attac Italia propone. La nostra associazione si autofinanzia con la tessera di chi vuole sostenerla. In questi mesi di restrizione degli spostamenti e di auto-distanziamento sociale, i comitati di Attac che lavorano sul territorio non possono però tesserare i nostri sostenitori. Per questo ti chiediamo di aderire e sostenerci on line cliccando qui . Un tuo click ci permetterà di continuare serenamente la nostra attività. Grazie